Le fibre classificate come vegetali, quindi naturali derivano dalle parti essenziali di alcune piante come lo stelo, il libro e le foglie; sono quindi costituite da cellulosa. In alcuni casi la cellulosa è quasi pura come nella bambagia dei semi del COTONE, che rende questa fibra per le sue caratteristiche la più usata da sempre tra le fibre tessili vegetali. In altri casi la cellulosa è liberiana, essendo ricavata dal libro o corteccia della pianta. Da questi si ricavano il LINO, CANAPA, YUTA e RAMIE'.
Dalle foglie di piante monocotiledoni si ricavano fibre più grosse e rigide come SISAL, RAFIA, ABACA, AGAVE e la fibra di COCCO.

I nostri prodotti rigenerati puri al 100% o con base vegetale trovano impiego in alcune tipologie di filati cardati e open end, nella produzione di ovatte agugliate o termofuse per imbottiture di materassi e divani e nella produzione di feltri geotessili per giardinaggio ed agricoltura.

Schede Tecniche :

© Sfilartex 2020. All Rights Reserved.